Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali – Progetti sperimentali di Associazioni di Promozione Sociale – Legge 7 dicembre 2000 n. 383 lettere d) e f)

 

SOGGETTI AMMISSIBILI Associazioni di promozione sociale iscritte negli appositi registri alla data del 10/11/2016.

È possibile presentare proposte progettuali anche in partenariato (i partner devono appartenere alle categorie ammesse a contributo).

I progetti possono inoltre prevedere collaborazioni con enti privati (anche non di natura associativa) ed enti pubblici.

OBIETTIVI DEL BANDO Il presente bando è suddiviso nelle seguenti linee di finanziamento, ognuna delle quali prevede obiettivi specifici:

·                     lettera d): sostegno di attività formative e di aggiornamento (per lo svolgimento delle attività interne) e progetti di informatizzazione e creazione di banche dati in materia di associazionismo sociale

·                     lettera f): sostegno di progetti sperimentali che fronteggino particolari emergenze sociali

ATTIVITA’ FINANZIABILI All’interno della lettera d) vengono finanziati i seguenti progetti:

·                     formazione e aggiornamento dei membri delle associazioni proponenti

·                     informatizzazione dell’associazione

·                     produzione di banche dati

All’interno della lettera f) vengono finanziati progetti sperimentali che prevedano l’utilizzo di metodologie avanzate che promuovano l’innovazione sociale nei seguenti ambiti:

·                     inclusione sociale di persone con disabilità e loro partecipazione alla cittadinanza attiva

·                     promozione della cittadinanza attiva e di pratiche di solidarietà tra studenti delle scuole secondarie di secondo grado

·                     pari opportunità e prevenzione delle discriminazioni e della violenza nei confronti delle donne

·                     contrasto delle solitudine involontarie in particolare delle persone anziane

·                     integrazione degli immigrati in particolare di seconda generazione

·                     sostegno alle famiglie anche attraverso servizi socio-educativi per la conciliazione dei tempi di vita-lavoro

·                     contrasto al gioco patologico

·                     recupero sociale di carcerati (formazione, imprenditoria sociale, ecc…)

·                     stile di vita sano e contrasto all’obesità e in generale ai disturbi dell’alimentazione (anoressia, bulimia, ecc…)

·                     fruizione del patrimonio culturale e paesaggistico italiano da parte di persone svantaggiate

ENTITA’ DEL CONTRIBUTO Lo stanziamento complessivo è pari a 7.050.000 €

·        Progetti lettera d) importo complessivo non superiore a 150.000 €,

·        Progetti lettera f) importo complessivo non  superiore a 200.000 €.

Costo minimo singolo progetto (valido per entrambe le linee): 50.000 €

Per entrambe le linee di finanziamento deve essere garantito un co-finanziamento pari al 20% da parte dei proponenti.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA La presentazione delle domande deve avvenire on-line seguendo la procedura disponibile al seguente indirizzo: www.direttiva383.it.

Maggiori informazioni sul testo integrale del bando disponibile sul sito del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

SCADENZA 5 dicembre 2016
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...